ANPI Cinisello Balsamo

STORIA O PROPAGANDA NELLE SCUOLE?
Il fascismo rimosso sulle vicende del Confine orientale

Con delibera di Giunta dell’8 aprile 2021 è stato siglato un protocollo d’intesa tra il Comune di Cinisello Balsamo e l’Unione degli Istriani, un’Associazione con sede a Trieste che pubblica un periodico il cui sottotitolo, dal malcelato tenore nostalgico, recita “Periodico della Libera Provincia dell’Istria in Esilio”.
L’Unione degli Istriani è un’associazione di evidenti tendenze di estrema destra che, per sua stessa ammissione, non fa nemmeno parte della Federazione delle Associazioni degli Esuli. Un’Associazione dalle chiare simpatie neoirredentiste e nazionaliste, che disconosce la Resistenza e la Festa della Liberazione e addirittura giustifica l’invasione militare del 1941 da parte dell’Esercito italiano e delle milizie fasciste alla Jugoslavia, insieme all’esercito di Hitler. [continua]

Domenica 20 giugno 2021
Giornata Mondiale del Rifugiato

Quest’anno Umanità Migrante, il progetto promosso nel 2019 dalla nostra sezione in collaborazione con numerose associazioni di Cinisello Balsamo, ha deciso di dedicare questa Giornata ai bambini che vivono nei campi profughi, attraverso l’esposizione di due mostre e l’incontro con operatori e volontari.
Abbiamo invitato l’Associazione Still I Rise, un’organizzazione indipendente sorta nel 2018 da tre giovani volontari per offrire istruzione, protezione e dignità ai bambini che vivono nell’hotspot di Samos in Grecia.
In questo luogo, dove migliaia di piccoli rifugiati sfuggiti alla guerra sopravvivono senza riparo, senza vestiti, senza dottori, senza bagni, senza protezione, senza diritti umani, è stata aperta la scuola Mazì,che in greco significa “insieme”, per bambini e adolescenti profughi nell’isola.
L’associazione, dopo aver consolidato il suo modello educativo, ha aperto altre scuole in Turchia, Kenya e Siria.
I bambini sono il nostro futuro, non li possiamo dimenticare e la SCUOLA può essere un’ancora di salvezza, può dare a loro la speranza di una vita migliore.
Ti aspettiamo domenica 20 giugno al SITO/ACLI in via Marconi, 48:
dalle 10 alle 20: esposizione di libri e mostre
alle 16.30: incontro QUANDO LA SCUOLA SALVA LA VITA
apri il manifesto

2 giugno: nasce il “Forum delle Associazioni antifasciste e della Resistenza

Iniziativa unitaria (Anpi, Aicvas, Aned, Anei, Anfim, Anpc, Anppia, Anrp, Fiap, Fivl) per affermare, difendere e rilanciare i valori dell’antifascismo e della Resistenza, per la piena attuazione della Costituzione, per la formazione civile dei cittadini, in particolare dei giovani. Il battesimo del Forum avverrà il 2 giugno 2021.
vedi il programma dell’iniziativa

RICONOSCERE LO STATO DI PALESTINA
la sua urgenza, le sue ragioni

Lunedì 24 maggio alle ore 11.30, conferenza stampa in streaming
promossa da ACLI, ANPI, ARCI, CGIL, CISL, UIL, LEGAMBIENTE, LIBERA

Lunedì 24 maggio 2021 alle ore 11.30 si svolgerà una conferenza stampa sul tema del riconoscimento dello Stato di Palestina promossa da ACLI, ANPI, ARCI, CGIL, CISL, UIL, LEGAMBIENTE, LIBERA. Interverranno i presidenti nazionali e segretari generali di tutte le organizzazioni [continua]

IL MONDO FERMI SUBITO LA GUERRA!

Appello del Presidente nazionale ANPI. “Non è con la propaganda o peggio con la tifoseria che si lavora per la pace. C’è bisogno di un movimento popolare che sotto una sola bandiera, quella dell’arcobaleno, faccia sentire la sua voce”

IL MONDO FERMI SUBITO LA GUERRA!

Dopo gli sgomberi di abitazioni dei palestinesi a Gerusalemme delle ultime settimane ed i conseguenti incidenti, dopo i missili di Hamas ed i bombardamenti israeliani, dopo le vittime israeliane e palestinesi dei giorni scorsi, c’è ora il rischio di una carneficina a Gaza e, alla luce delle affermazioni di Erdogan, di un’estensione del conflitto di dimensioni non prevedibili e con esiti inimmaginabili. In Italia nelle ultime 48 ore, invece di una equilibrata ed immediata azione diplomatica, abbiamo assistito a un inedito fronte politico schierato da una sola parte. L’UE balbetta. Gli Stati Uniti pongono il veto nel Consiglio di sicurezza dell’ONU. Non è con la propaganda o peggio con la tifoseria che si lavora per la pace. C’è bisogno che la comunità internazionale fermi subito la guerra. C’è bisogno di un movimento popolare che sotto una sola bandiera, quella dell’arcobaleno, faccia sentire la sua voce perché la pace vinca sulla guerra, il diritto sulle annessioni, la vita sulla morte.

Gianfranco Pagliarulo – Presidente nazionale ANPI

Lombardia