ANPI Cinisello Balsamo

 La sezione ANPI di Cinisello Balsamo organizza la gita sociale a Malesco e Domodossola

Domenica 25 Giugno 2017

Per rendere omaggio alla memoria del nostro Partigiano Giovanni Marafante che morì in combattimento il 17 giugno 1944, durante il rastrellamento della Val Grande (Verbano-Cusio-Ossola).

Il suo nome compare sulla lapide “Ai martiri della Resistenza e della deportazione” sita nell’atrio del Palazzo comunale in piazza Confalonieri 5 … continua …

Esprimiamo piena solidarietà al sindaco Siria Trezzi per le ingiurie ricevute.

In democrazia è legittimo manifestare il proprio dissenso alle scelte operate dalle istituzioni, ma le ragioni devono essere espresse con modalità che rispettino la dignità della persona e del ruolo che ricopre.

Come Anpi ci siamo sempre impegnati contro la pericolosa deriva xenofoba, razzista e sessista, affermando una cultura di solidarietà, di accoglienza, di uguaglianza e di giustizia sociale.

Condividiamo il suo impegno e la esortiamo a continuarlo senza cedere alle minacce incivili e sessiste.

COMUNICATO DELLA NOSTRA SEZIONE IN MERITO AI FATTI ACCADUTI NEL CORSO DELLA MANIFESTAZIONE DEL 25 APRILE

Abbiamo appreso al termine della manifestazione del 25 aprile nella nostra città che alcuni dei partecipanti sono stati identificati dalla polizia per uno striscione che, come abbiamo letto nel comunicato del PRC, a detta delle Forze dell’Ordine non sarebbe stato autorizzato o per aver utilizzato il megafono durante alcune fasi della commemorazione.

Riteniamo che, come è stato anche detto sul palco, la manifestazione che celebra l’anniversario della Liberazione dovrebbe rinnovare ogni anno dal 1946 ad oggi quella fantastica esperienza di unità tra le forze antifasciste grazie alla quale fu possibile battere fascisti e nazisti. Quindi unità e non divisione, il corteo del 25 aprile accoglie tutti quelli che condividono i valori della Resistenza e della Costituzione nel rispetto dei caduti, della nonviolenza e dell’accoglienza anche degli stranieri ai quali quest’anno la nostra associazione ha indirizzato un volantino multilingue.

Ci auguriamo che questo spiacevole episodio non abbia più a ripetersi e che si possa continuare a sfilare tutti insieme per celebrare la Resistenza.