Quinta camminata partigiana 2019 – da Rassa all’Alpe Toso

L’ANPI Varallo Alta Valsesia in collaborazione con L’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, organizza la quinta camminata partigiana.
Il ritrovo è per sabato 17 agosto alle ore 8.45 a Rassa (VC).
Il percorso scelto per questa occasione si svolgerà nella splendida Val Sorba.
si parte da Rassa, testimone del triste episodio del 13 marzo 1944 in cui furono fucilati 11 partigiani, tra cui una ragazza, Nella, di 19 anni e in stato di gravidanza, il fatto accadde dopo un grande rastrellamento nelle valli Sorba e Gronda che costrinse i partigiani a una serie di scontri a fuoco e portarono alla cattura di alcuni di loro.
Da qui risaliremo la Val Sorba passando da vari alpeggi fino a raggiungere l’Alpe Toso, punto d’appoggio del CAI Varallo e nostro punto d’arrivo. Durante il percorso saremo accompagnati dagli storici dell’ANPI che ci aiuteranno a rivivere i momenti della Resistenza.
Dislivello in salita: +700
Tempo di percorrenza: 4 ore circa su sentieri agevoli
Difficoltà: E (Escursionisti)
Si raccomandano scarpe da trekking, attrezzatura da escursionismo ed una giacca in caso di pioggia.

Il pranzo sarà al sacco e l’ANPI porterà toma e non solo.
Non dimenticate la tazza per le bevande, così eviteremo di fare spazzatura.

Contatti e informazioni:
Davide 3394902694, Bruno 3464092883, Luca 3383046817
Pagina Facebook:
ANPI Varallo Alta Valsesia
E-Mail: anpi.varallo@yahoo.it





Ribelli in montagna di Alessandro ORSI

Il volume propone 25 itinerari dislocati prevalentemente sul territorio valsesiano e scelti in base alle valenze storiche resistenziali. L’autore delinea per ognuno di essi luoghi di partenza e di passaggio, i tempi di percorrenza, l’altitudine, il numero dei segnavia fissato dal Cai, l’eventuale presenza di rifugi accompagnando le informazioni escursionistiche con ricche descrizioni delle emergenze artistico-religiose ed ambientali, annotazioni etimologiche, riferimenti storici generali.
La parte più caratterizzante del volume è dedicata alla ricostruzione delle vicende che si svolsero durante i venti mesi della lotta partigiana [N.d.R – per i riferimenti del percorso e del tragico episodio, vedi pp. 63-70 del volume] per la cui piena comprensione appare sempre più importante ripristinare il nesso fra conoscenze storiche ed esperienze di visita del territorio. …continua…




Il primo inverno dei partigiani biellesi

Nella Prefazione alla prima edizione del libro di Luigi Moranino “Il primo inverno dei partigiani biellesi“, Luciano Castaldi, l’allora presidente dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nel Biellese, nel Vercellese e in Valsesia, scrisse:

[…] I sei mesi ripercorsi da Luigi Moranino, che sboccano nella battaglia di Rassa, ci consentono di conoscere il complesso e articolato processo attraverso il quale, dall’8 settembre 1943, nasce, si forma, si sperimenta la Resistenza biellese.[…] Si legge ancora, […] È quindi un’opera che consente di inserire l’importante evento della battaglia di Rassa in un quadro articolato e complesso, aiutandoci anche a individuare con chiarezza le sequenze che, dall’inizio della vita partigiana, porteranno al drammatico scontro sulle montagne valsesiane, il quale, come lo stesso Moranino afferma, sarà un’occasione, nella Resistenza, di riflessione sul suo modo di azione..[…]
apri Il volume di Luigi Moranino

Annunci

2019 – STAFFETTA PER NON DIMENTICARE

Pastasciutta antifascista – 2019

GIOVEDÌ 25 LUGLIO 2019 – ORE 20
PARCO DELLA COOPERATIVA L’AGRICOLA
VIA MARIANI, 11 – CINISELLO BALSAMO

300

Il 25 luglio 1943 Mussolini viene arrestato, creando la temporanea illusione della fine del regime e della guerra. Seguiranno i mesi delle peggiori sofferenze per il popolo italiano, ma in quelle ore si festeggiò in tutta Italia la destituzione del Duce.

500

Da Casa Cervi partì uno degli eventi spontanei più originali, con una grande pastasciutta offerta a tutto il paese, distribuita in piazza a Campegine dalla famiglia, per festeggiare, come disse Papà Cervi, il “più bel funerale del fascismo”.
Da più di vent’anni questa festa antifascista, popolare e genuina, rivive nell’aia del Museo Cervi, mantenendo intatto lo spirito di quei giorni e da cinque anni anche a Cinisello Balsamo si ricorda questo storico momento.

prenotatevi inviando una mail a: info@slowfoodnordmilano.it o telefonando al n.ro: 3496004799







10 agosto 2019

75°ANNIVERSARIO DELL’ECCIDIO DI PIAZZALE LORETO

300

15 VITE PER LA LIBERTÀ

Bravin Gian Antonio
Giulio Casiraghi
Renzo Del Riccio
Andrea Esposito
Domenico Fiorani

Fogagnolo Umberto
Galimberti Tullio
Gasparini Vittorio
Mastrodomenico Emidio
Poletti Angelo

Salvatore Principato
Andrea Ragni
Eraldo Soncini
Libero Temolo
Vitale Vertemati.

Il 10 agosto un plotone della legione Muti, per ordine della sicurezza nazista, fucilò 15 Partigiani in piazzale Loreto. Le loro colpe: non pensare fascista e difendere gli impianti industriali che i nazisti volevano trasferire in Germania, depredando così la struttura economica del nostro Paese. A questi 15 Partigiani, come a tutti i Partigiani, dobbiamo 75 anni di pace, democrazia e libertà.

Nel 75° anniversario, il Comitato Permanente Antifascista invita i cittadini milanesi a partecipare al ricordo, testimoniando così la propria fede negli ideali per i quali diedero la vita i 15 Martiri.

300

PROGRAMMA
sabato 10 agosto 2019
Ore 9:30 – CERIMONIA UFFICIALE PIAZZALE LORETO

DEPOSIZIONE DI CORONE ALLA STELE CHE RICORDA I 15 MARTIRI

99

Le associazioni della Resistenza, i familiari dei caduti, gli Enti, le forze democratiche ed antifasciste milanesi renderanno omaggio alla memoria dei Combattenti per la Libertà e nel contempo ribadiranno la permanente mobilitazione a tutela dei capisaldi sanciti nella Costituzione Repubblicana, nata dalla Resistenza.

Interventi di rappresentanti delle Istituzioni e di Sergio Temolo, figlio di Libero, martire di piazzale Loreto. Introduce e coordina: Roberto Cenati, Presidente Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo per la difesa dell’ordine repubblicano.

Intervento di Roberto Cenati, Presidente ANPI Comitato Provinciale di Milano

Piero Calamandrei nel suo bellissimo discorso del 28 febbraio 1954 al Teatro Lirico di Milano alla presenza di Ferruccio Parri, ricordava che “in tutte le celebrazioni torna una verità elementare che nelle lettere dei Condannati a morte della Resistenza italiana è espressa come una naturale e semplice certezza: che i morti non hanno considerato la loro fine come una conclusione, e come un punto di arrivo, ma piuttosto come un punto di partenza che doveva segnare ai superstiti il cammino verso l’avvenire. E’ la nostra vita che può dare un significato e una ragione rasserenatrice e consolante alla loro morte; e dipende da noi farli vivere o farli morire per sempre.”

I Quindici di piazzale Loreto hanno lottato per la libertà di tutti noi e per una società fondata sui principi della pace, della giustizia, della solidarietà. Il nostro Paese sta vivendo una fase difficilissima, ed è attraversato da pericolosissime pulsioni razziste, xenofobe, antisemite e da un crescente clima di intolleranza, alimentato dall’irresponsabilità di chi, ai più alti livelli istituzionali, soffia sul fuoco di orrendi pregiudizi. Sta a tutti noi contrastare questa sempre più inquietante deriva, con la mobilitazione la più ampia possibile, con una grande ed estesa iniziativa di carattere culturale e con il richiamo costante alla Costituzione repubblicana, l’eredità più preziosa che i 15 Martiri di piazzale Loreto ci hanno consegnato.


sabato 10 agosto 2019

99

Ore 21:00 – MANIFESTAZIONE ANTIFASCISTA PIAZZALE LORETO

Interventi di: Roberto Cenati, Presidente del Comitato Permanente Antifascista – Sergio Fogagnolo, figlio di Umberto martire di piazzale Loreto e presidente dell’Associazione «Le radici della pace. I quindici», che riunisce i familiari dei Martiri di piazzale Loreto – Vincenzo Greco, della segreteria della Camera del Lavoro di Milano.
Coordina: Ivano Tajetti, Vicepresidente ANPI Comitato Provinciale di Milano.
Frammenti musicali di Renato Franchi.

75° ANNIVERSARIO ECCIDIO 42 MARTIRI FONDOTOCE E 17 MARTIRI DI BAVENO

PROGRAMMA DELLE CELEBRAZIONI

Da sabato 15 giugno a domenica 16 giugno 2019
Il Sentiero Chiovini – XXI° edizione della Camminata a tappe lungo i sentieri dei partigiani in Valgrande nel giugno ’44. [visita il sito dell’evento]

Giovedì 20 giugno 2019
ore 17.00 – Loc. Cima Vella Deposizione targa in ricordo delle Fam. Bariatti e Lietta
ore 18.00 – Madonna di Santino, Cappella della Pace S. Messa in ricordo di tutti i Caduti Partigiani nelle valli

Venerdì 21 giugno 2019
ore 21.00 – Fondotoce, Casa della Resistenza Concerto dell’Ente Musicale Verbania

Sabato 22 giugno 2019
ore 10.30 – Cimitero di Baveno – Santa Messa al Sacrario dei 17 Martiri

ore 20.30 – Baveno, Lungolago – Cippo dei 17 Martiri
– Deposizione corona
– Orazioni ufficiali delle Autorità con la partecipazione del Corpo Musicale di Baveno
– Partenza della fiaccolata per Fondotoce

ore 21.30 – Intra, Villa CaramoraPartenza della fiaccolata commemorativa diretta al Sacrario di Fondotoce

ore 22.40 – Fondotoce, Parco della Memoria e della Pace Arrivo della fiaccolataCanti della Resistenza con il coro Volante cucciolo dell’ANPI di Verbania – Sezione “Augusta Pavesi”

Domenica 23 giugno 2019
ore 9.30 – Fondotoce – S. Messa nella chiesa Parrocchiale “Beata Vergine Addolorata”
ore 10.30 – Fondotoce, Piazza Adua – Partenza del corteo con l’accompagnamento dell’ente Musicale Verbania
ore 10.45 – Fondotoce, Parco della Memoria e della Pace – Arrivo del corteo al Sacrario
– Saluto delle Autorità
– Orazione ufficiale di Sergio Fogagnolo, Presidente dell’Associazione “Le radici della Libertà”
– Presentazione del libro “Ansaldo: storia di lavoro e di lotte per la Libertà e i Diritti” di Massimo Bisca, a cura dell’ANPI di Genova

Domenica 7 luglio 2019
ore 11.00 – Pogallo Commemorazione dei 18 Martiri di Pogallo

APPROFONDISCI

TRE ALLA VOLTA – I MARTIRI DI FONDOTOCE (le vittime dell’orrore e la ferocia nazifascista)
Associazione Casa della Resistenza “Parco della Memoria e della Pace”:
ECCIDIO DI FONDOTOCE
Casa della Resistenza – Centro di documentazione :
BANCA DATI

IMPORTANTE

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001. Gli autori del sito non sono responsabili del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati. Alcuni testi o immagini inseriti in questo sito sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email all’indirizzo anpicinisello.sito@tiscali.it

EUROPA ANTIFASCISTA

ELEZIONI EUROPEE – 26 MAGGIO 2019

VOTA ANTIFASCISTA

Appello elettorale delle associazioni antifasciste europee per sconfiggere nazionalismi, razzismi, fascismi e nazismi

Un voto antifascista alle elezioni europee: lanciamo un forte appello ai cittadini di tutti i Paesi europei perché vengano sconfitti nazionalismi, razzismi, fascismi, nazismi, mai così forti dal dopoguerra ad oggi.
Vogliamo un’Europa contraria a qualsiasi forma di discriminazione, che garantisca asilo ai rifugiati ed il rispetto dei diritti di tutti, in particolare delle donne e dei fanciulli; un’Europa del lavoro, dell’istruzione, del sostentamento a chi ha bisogno; un’Europa che si opponga a ogni negazionismo e revisionismo, alla riabilitazione dei nazisti; che tuteli i diritti e le culture delle minoranze; che sia portatrice di pace e di non ingerenza negli affari degli altri Stati.
Difendiamo la democrazia e le libertà conquistate col sangue, con la Resistenza e la Liberazione nel 1945! Contribuiamo a dar vita a un largo fronte antifascista e democratico a difesa dei popoli dell’Unione Europea!

PRIMI FIRMATARI

ASSOCIAZIONI ANTIFASCISTE E PARTIGIANE EUROPEE
FEDERAZIONE INTERNAZIONALE RESISTENTI* ANPI (Italia) VVN-BdA (Germania) – ZZB NOB (Slovenia) – SABA HR (Croazia) – STUDENTI MEDI (Slovenia) – ANED (Italia) – ZKP (Unione Partigiani) (Carinzia) – AMICALE BELGE DES EX-PRISONNIERS POLITIQUES D’AUSCHWITZ-BIRKENAU (Belgio) – ASSOCIAZIONE ITACA (Belgio)

*Alla Fir (Federazione Internazionale Resistenti) aderiscono 58 associazioni degli ex combattenti nelle forze partigiane,

MILANO – iniziativa pubblica

Il 18 maggio, a Milano, iniziativa pubblica collegata all’appello per le elezioni europee “VOTA ANTIFASCISTA”. Interverranno, tra gli altri, Carlo Ghezzi, componente della Segreteria nazionale ANPI e Roberto Cenati, Presidente dell’ANPI provinciale di Milano

ADERISCONO:
Maurizio Landini – Segretario generale CGIL
Annamaria Furlan – Segretario generale CISL
Carmelo Barbagallo – Segretario generale UIL
Unai Sordo – Segretario generale della Confedederacion Sindical de Comisiones Obreras (CCOO) – Spagna
Pepe Alvarez – Segretario generale UGT (Unione generale dei lavoratori) – Spagna
Dimitris Paleologopoulos – Presidente dell’Associazione Combattenti della Resistenza Nazionale Greca dell’EAM (PSAEEA)
Kostas Manteos – Presidente dell’Associazione Detenuti e Esiliati della Resistenza contro la Dittatura Militare (SFEA) e vicepresidente dell’Associazione Combattenti della Resistenza Nazionale Greca dell’EAM (PSAEEA)
Raffaele Napolitano – Presidente ComItEs (Comitato degli italiani all’estero) del Belgio
Manuela Gretkowska – Scrittrice e giornalista polacca, del partito “Iniziativa femminista”
ANPPIA – Associazione nazionale perseguitati politici italiani antifascisti

<