progetto UMANITÀ MIGRANTE – Iniziative

20 GIUGNO 2020 – GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO

In occasione della “Giornata mondiale del migrante e del rifugiato” che si celebra il 20 giugno, le associazioni che aderiscono ad “Umanità migrante”, intendono riportare in primo piano il ruolo centrale del lavoro e sottolineare la dignità che va riconosciuta a tutti i lavoratori, anche e particolarmente a quelli meno considerati che, spesso in condizioni di vita indegne, vanno nei campi a raccogliere la frutta e la verdura, che lavorano nelle stalle e badano ai nostri animali, che ci consegnano le merci a casa, che puliscono i condomini e gli uffici, che assistono i nostri anziani. In questi mesi è anche grazie a loro se la nostra vita ha conservato una parvenza di normalità e abbiamo potuto mantenere quel distanziamento che ha contribuito a salvare tante vite.
Auspichiamo quindi che, in questa fase di ripartenza e nell’immediato futuro, possa essere riconosciuto a queste persone il ruolo prezioso che svolgono nella nostra società, senza distinzione alcuna.

UMANITA’ MIGRANTE E COVID-19

Nell’attuale situazione di ansia per il presente e di grande incertezza per il futuro determinata dalla pandemia che già tante morti ha provocato nel nostro Paese, le associazioni che aderiscono ad Umanità Migrante si sono chieste quale fosse il modo migliore per affrontare questa emergenza e lo hanno trovato nella pratica della solidarietà.
Sappiamo che nel nostro territorio vi sono persone e famiglie che vivono in condizioni precarie e che l’attuale fase di blocco di molte attività ha messo nell’impossibilità di soddisfare i bisogni più elementari. Per questo motivo abbiamo concordato, come gruppo, di effettuare donazioni a favore della Caritas di Cinisello Balsamo che conosce bene il nostro territorio e le difficoltà di ognuno e ad oggi, 26 aprile, sono stati donati alla Caritas di Cinisello Balsamo euro 2.461,00.
Altre donazioni sono state effettuate, sempre dal nostro gruppo, a associazioni o enti che si sono attivati per superare l’emergenza sanitaria per un totale di euro 4.740,00.

Chi volesse aderire alla nostra proposta, visto che i problemi della nostra comunità continueranno purtroppo ancora per mesi, può effettuare un versamento a Associazione Amici Caritas di Cinisello Balsamo, il cui l’IBAN è IT 26 U08440 32930 000000216000 attivo presso BCC di Carate Brianza agenzia di Cinisello Balsamo e la causale dovrebbe contenere, accanto al nome del singolo o dell’associazione, l’indicazione “ Progetto Umanità Migrante-Covid 19”.

100

Il contributo che verrà destinato alla Caritas Cinisello sarà suddiviso fra i 7 Centri di Ascolto parrocchiali presenti in città se nella causale verrà indicato “Caritas Cinisello”, mentre se qualcuno desidera finalizzare il contributo ad un solo Centro di Ascolto , sarà sufficiente indicare nella causale “Caritas parrocchia ……………” (ed indicare in nome della Parrocchia). In questo secondo caso la somma verrà interamente destinata alla finalità segnalata..

Vai all’Elenco dei Centri di Ascolto Parrocchiali

In questi giorni tristi abbiamo tutti avuto più tempo per riflettere sul nostro stile di vita e molti si sono resi conto di quanto il “dovere della solidarietà” di cui parla la nostra Costituzione non rappresenti una generica indicazioni di buoni intenti, frequentemente derisa e persino colpevolizzata, ma costituisca invece uno dei fondamenti su cui si fonda la nostra convivenza. Il praticarlo ci rende migliori e anche più sereni e ci consente di guardare con maggiore fiducia al domani, consapevoli di vivere in una comunità solidale.

La Caritas di Cinisello Balsamo comunica che la rendicontazione mensile delle entrate e delle uscite saranno consultabili sul proprio sito, alla voce news

Al lavoro! Ritratti di richiedenti asilo in Brianza

Continua nel 2020 il percorso di Umanità Migrante – per conoscere, capire, affrontare le diversità – con l’inaugurazione della mostra. “Al lavoro! Ritratti di richiedenti asilo in Brianza”
La Cooperativa Pop, grazie al contributo della Fondazione della Comunità di Monza e Brianza, ha stampato un volume, edito Libraccio, che affronta la relazione tra richiedenti asilo e mondo del lavoro attraverso un reportage fotografico e una serie di interviste condotte con un approccio etno-antropologico.
Al libro è stata affiancata una mostra fotografica che permette di sottolineare meglio storie autentiche che possono aiutare a decostruire o almeno controbilanciare le narrazioni deformate dalla strumentalizzazione politica di questi anni.
Per questo ti aspettiamo venerdì 17 gennaio alle 18.30 presso Cofò, via Carlo Martinelli 23 – Cinisello Balsamo, per l’inaugurazione della mostra e un piccolo aperitivo insieme. La mostra rimarrà esposta presso i locali di Cofò fino all’8 febbraio.

ACCOSTAMENTI INOPPORTUNI

Il sindaco Giacomo Ghilardi il 25 ottobre 2019 parteciperà a un convegno dal titolo “ Oltre il confine. L’immigrazione senza veli e ipocrisie. Perché senza sovranità non può esserci sviluppo”, organizzato a Monza da CasaPound.
Per mostrare la sua equidistanza, il sindaco accosta la sua presenza a questo incontro, come relatore, all’iniziativa organizzata da Umanità migrante per la 105^ Giornata del migrante e del rifugiato, alla quale ha portato i saluti istituzionali l’assessore Riccardo Visentin.

Al sindaco Ghilardi precisiamo quanto segue:
– non può equiparare la sua partecipazione ad un convegno connotato dall’unica presenza di esponenti di partiti di destra e di estrema destra, con un’iniziativa a cui hanno aderito 27 realtà associative provenienti da ogni ambito e sensibilità del volontariato cittadino e del mondo della cultura, che rappresentano pertanto una visione plurale del fenomeno migratorio;
– ugualmente non può mettere sullo stesso piano un convegno le cui tesi sovraniste sono già esplicitate dal titolo, con un evento, per altro promosso dalla chiesa cattolica e a carattere mondiale, il cui scopo, così come quello dei numerosi incontri che l’hanno preceduto, era quello di fornire una maggiore informazione su un fenomeno complesso e divisivo come quello migratorio e di favorire la conoscenza reciproca e l’integrazione.

Anche nel rispetto della tradizione di accoglienza che caratterizza tutta la storia di Cinisello Balsamo invitiamo il sindaco a rinunciare alla sua partecipazione al convegno.

105^ Giornata mondiale del migrante e del rifugiato
domenica 29 settembre 2019 in Villa Breme Forno – via Martinelli, 23 – Cinisello  Balsamo

Una giornata di riflessione e di festa organizzata da Umanità Migrante per riprendere un nuovo ciclo di iniziative dedicate ai temi della migrazione e dell’incontro per provare ad abbattere i muri che la diffidenza e la paura ci fanno erigere:
“ Non si tratta solo di migranti”, è questo il titolo che papa Francesco ha dato alla 105^ Giornata mondiale del migrante e del rifugiato che si celebrerà il 29 settembre. Si tratta dunque anche di noi, di noi e di come ci rapportiamo con loro, gli uomini, le donne, i bambini che vengono da altre esperienze, da altre culture, da altri mondi.

PROGRAMMA:

dalle 10 alle 12 – Convegno in cui verranno affrontati i problemi legati alle politiche migratorie da parte di Miguel Mellino (docente di studi postcoloniali dell’Università l’ Orientale di Napoli) che introdurrà il tema del sistema di accoglienza, mettendo in evidenza le attuali criticità, a cui farà seguito Marco Gardini (antropologo, assegnista di ricerca presso l’Università di Milano-Bicocca), che entrerà più nello specifico di cosa voglia dire diventare anziani in un contesto migratorio, con particolare attenzione alla situazione della comunità eritrea a Milano.
dalle 12:30 alle 14:30 Pranzo senegalese – preparato dall’Associazione Ihsanne ( prenotazione obbligatoria entro il 25/09 a: prenotazione@oltrespazio.it, al numero 320 4329402 o direttamente a COFÒ via Martinelli, 23)
dalle 15:00 alle 17:00 Performance teatrale – “L’integrazione” a cura dell’Associazione Ihsanne “Nessuno mette i suoi figli su una barca a meno che l’acqua non sia più sicura della terra” a cura dell’Associazione Mille&UnaVoce.
alle 17.00 Intervento musicale del gruppo The outskirt Vi.Be.’s
dalle 18:00 Aperitivo

Proiezione del video “Stories”
Esposizione di mostre sulla situazione attuale del fenomeno migratorio e sull’emigrazione italiana.

Video proiettato durante la giornata del 29 settembre
realizzato da OltreSpazio all’interno del progetto Stories, finanziato da Fondazione Monza e Brianza Onlus”

Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato

Domenica 16 giugno 2019 in piazza Costa dalle 16 alle 20, in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, si conclude con una festa aperta a tutta la cittadinanza il primo ciclo di incontri organizzato dalle Associazioni che aderiscono al progetto “Umanità migrante”

Si è trattato di un’esperienza forse unica per la nostra città che ha visto un così grande numero di realtà associative, ben 13, partecipare ad un programma di incontri in cui ognuna ha potuto portare le conoscenze e le esperienze maturate nel proprio ambito di attività con l’intento di fare chiarezza su un tema, quelle delle migrazioni, rispetto al quale la mole di slogan propagandistici ha spesso oscurato o addirittura falsato i dati di realtà.

Ci si saluta dunque all’insegna della festa con giochi linguistici, laboratorio etno tatoo, musica con i gruppi Trattamento Musicale Obbligatorio e Condominio del Suono, letture di brani da Trilogia del Naufragio – Lampedusa Snow a cura di Teatro Oneiros, mostre e infine cibo e bevande del Commercio Equo e Solidale

</a